Processo Chicca: le parole dell'onorevole Bernini

Bernini (M5S): " Da anni mi batto fuori e dentro il Parlamento per ottenere maggiori tutele per gli animali, ed il massacro della cagnolina Chicca è un gesto che non può esser tollerato da una società che si reputa civile"

Tutte le parte civili sono state ammesse nel processo Chicca, la cagnetta uccisa di botte da Antonio Fuoco il 15 febraio 2017 a Pastena. Durante l'udienza di ieri le associazioni animaliste hanno depositato le richieste di ammissione come parte civile. Il dottor Valiante, infatti, ha accolto tutte le richieste degli animalisti respingendo le eccezioni sollevate dalla difesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento di Bernini

"Determinante per l’ammissione delle stesse il principio di territorialità e grazie alla nostra delegata provinciale Luisa Benevento, da sempre in prima linea per i diritti degli animali, come giusto che fosse, DPA (Difesa Protezione Animali Onlus) potrà essere parte attiva nella prossima udienza in camera di consiglio, prevista per l’8 Aprile - ha spiegato l'onorevole Paolo Bernini, Presidente Dpa Onlus - Da anni mi batto fuori e dentro il Parlamento per ottenere maggiori tutele per gli animali, ed il massacro della cagnolina Chicca è un gesto che non può esser tollerato da una società che si reputa civile! Abusare della fiducia di animali indifesi per maltrattarli è un crimine, ma soprattutto segno distintivo della pericolosità sociale di taluni individui. Occorrono pene severe, non mi stancherò mai di ripeterlo! Con il mio staff e il sottosegretario alla Giustizia, Vittorio Ferraresi, stiamo mettendo a punto la revisione della L.189/04. Il nostro obiettivo è quello di modificare il codice penale affinché per i crimini contro gli animali siano previste pene severe; ma anche quello di insegnare alle generazioni future il rispetto alla vita, senza confini di specie. L’imputato ha inoltre fatto richiesta di rito abbreviato per avere uno sconto di pena; ma noi saremo in Tribunale con un solo obiettivo: ottenere giustizia!" ha concluso Bernini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Ragazzo senza mascherina perchè autistico, il sindaco di Baronissi: "Ikea gli ha negato l'ingresso"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento