Bianco Tanagro rinviato, l'appello del presidente: "Acquistate dai nostri contadini!"

Il Festival che omaggia questo prodotto tipico, ma anche la storia e le tradizioni della Valle del Tanagro, si vede costretto a rinunciare alle sue date e a rimandare la decisione relativa alla sua undicesima edizione

I campi di carciofo bianco si stanno abbellendo di capolini meravigliosi. Il loro verde argenteo e la loro delicatezza sta omaggiando la primavera. Ma, anche se loro crescono ed hanno cominciato ad arrivare sulle tavole campane, il consueto appuntamento con Bianco Tanagro ad Auletta sarà rinviato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento

Il Festival che omaggia questo prodotto tipico, ma anche la storia e le tradizioni della Valle del Tanagro, si vede costretto a rinunciare alle sue date e a rimandare la decisione relativa alla sua undicesima edizione. “La Rete dei produttori del carciofo bianco del Tanagro che assicurano un rapporto diretto tra produttori e consumatori continuerà a lavorare ai campi di carciofo bianco e lo assicurerà agli appassionati attraverso l’e-commerce www.carciofobiancodeltanagro.shop, ma la manifestazione per ora è rinviata a data da destinarsi”, spiega il presidente della Pro Loco di Auletta Giuseppe Lupo: “Per il decennale, lo scorso anno, ha portato ad Auletta oltre 20 mila persone che hanno degustato oltre 100 mila carciofi bianchi e ne hanno acquistati freschi altrettanti nella Mostra Mercato. Avevamo in programma il nostro evento annuale dal 30 aprile al 3 maggio, ma è ovvio che in questo momento l’unico nostro compito è collaborare per liberarci dal Coronavirus”. “Tornerà il tempo di fare progetti, ma adesso siamo chiamati a fermarci e noi lo facciamo serenamente. Ma ci tengo a fare un forte appello a tutti: gli agricoltori hanno bisogno di chi acquista i loro prodotti per poter sopravvivere e dare onore alle lunghe giornate di lavoro tra i campi. Scegliete prodotti locali, adesso più che mai, altrimenti ingrasseremo soltanto i conti delle multinazionali. Acquistate locale ed acquistate italiano il più possibile. Con la collaborazione di tutti supereremo anche questo momento, non senza gravi perdite e dolore, ma ce la faremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Grande attesa a Fisciano, apre il Parco Commerciale "Le Cinque Porte"

  • Il postino di "C'è Posta per Te" fa tappa a Padula: mistero sul destinatario della lettera

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento