rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

DIA Salerno, presentato il bilancio del 2012

Dodici arresti, sequestri per sette milioni di Euro, ottanta persone denunciate: presentato il bilancio 2012. Per la DIA resta alta l'attenzione "sui cantieri e sulla A3"

Beni confiscati per oltre 7 milioni di Euro, dodici persone arrestate, ottanta denunciate, 84 cantieri edili controllati, sette società interdette per infiltrazione mafiosa: questo il bilancio delle attività svolte dalla Direzione Investigativa Antimafia di Salerno nel 2012, illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal responsabile della sezione salernitana, il tenente colonnello Francesco Saponaro. Saponaro ha evidenziato come resti alta, per la DIA, l'attenzione sui piccoli cantieri, ancora aperti nel tratto salernitano del macrolotto dell'autostrada A3, la Salerno-Reggio Calabria, ma anche in merito agli appalti pubblici nel capoluogo.

Dal prossimo 13 febbraio con l'entrata in vigore del nuovo codice delle leggi antimafia entrerà in funzione anche la nuova Banca dati che consentirà agli investigatori della DIA di acquisire notizie su ditte e società appaltanti in tempo reale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DIA Salerno, presentato il bilancio del 2012

SalernoToday è in caricamento