Sarno, non rispettata l'ordinanza di chiusura dell'impianto biogas: denuncia alla Procura

Nei giorni scorsi, il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora aveva firmato l'ordinanza di sospensione dell'impianto biogas di Foce. L'aria irrespirabile e gli odori nauseabondi avevano provocato malori tra gli abitanti della frazione che avevano tutti con gli stessi sintomi: nausea e vertigini

Carte bollate a Sarno. Tiene banco ancora la vicenda legata alla sospensione dell'impianto biogas di Foce. "Ci sarebbe stata mancata ottemperanza dell'ordinanza di sospensione: dopo un'attenta verifica, gli agenti della Polizia Municipale hanno inviato una informativa alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore in cui si evidenzia che i titolari dell'impianto non avrebbero ottemperato alle prescrizioni previste dall'ordinanza del Sindaco emessa il 15 agosto scorso". Lo scrive il Comune di Sarno.

I fatti

Nei giorni scorsi, il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora aveva firmato l'ordinanza di sospensione dell'impianto biogas di Foce. L'aria irrespirabile e gli odori nauseabondi avevano provocato malori tra gli abitanti della frazione che avevano tutti con gli stessi sintomi: nausea e vertigini. L'ordinanza, però, "non sarebbe stata rispettata - si legge nella nota pubblicata dal Comune di Sarno e si attende adesso la decisione del magistrato in merito ad eventuali responsabilità penali ai sensi dell'articolo 650 del codice penale.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento