Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Nasce la prima birra artigianale alla mela annurca: coinvolta l'Unisa

Saranno prodotti quattro tipi diversi di birra sviluppati impiegando malto base Pilsner e le mele vengono aggiunte in fase di fermentazione come purea

Mele annurche (foto Ansa)

Prende vita la prima birra artigianale alla mela annurca stagionata in botti usate per affinare il vino aglianico: la BirTa sarà realizzata nell'area del Taburno, nel Sannio e sarà ottenuta con la filiera corta: dalla produzione dell'orzo e del luppolo, che in alcune zone del territorio cresce spontaneamente, fino alla trasformazione in birra. Anche l'acqua utilizzata arriva direttamente dalle sorgenti del Monte Taburno. Nel tenace progetto, è coinvolta anche l'Università di Salerno: nella seconda metà di settembre sarà pronta la birra frutto dell'idea di sei imprese agricole del territorio che hanno destinato sei ettari di terreni alla coltivazione dell'orzo e del luppolo, nonchè appunto dell'Unisa e dell'università Federico II di Napoli. Altri partner sono le società Maneba e società Terravecchia e Agrimpresa Service.

Saranno prodotti quattro tipi diversi di birra sviluppati impiegando malto base Pilsner e le mele vengono aggiunte in fase di fermentazione come purea. ''Sono stati usati due luppoli, con diverso grado di amaro - ha spiegato Vincenzo De Feo, dell'Università di Salerno - e due ceppi di lievito 'tipo ale', per individuare la combinazione luppolo-lievito ottimale per l'esaltazione dei sentori di mela annurca nel prodotto finito''. Grande curiosità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce la prima birra artigianale alla mela annurca: coinvolta l'Unisa

SalernoToday è in caricamento