Cronaca Centro / Via Roma

Blitz della Finanza al Comune di Salerno: sequestrati i documenti sull'impianto di compostaggio

Tutta la documentazione è stata sequestrata per consentire di effettuare gli accertamenti sul progetto, sui bandi di gestione e sulla revoca dell'appalto alla ditta, come riporta La Città

Blitz della Guardia di finanza al Comune di Salerno: come riporta La Città, per quattro ore, ieri, le fiamme gialle sono state a Palazzo di Città, mentre altri colleghi si sono recati all’ufficio Ambiente di via Irno per incontrare il dirigente Luca Caselli. Riflettori puntati sull’impianto di compostaggio e sui rapporti del Comune con la Daneco, l’impresa che prima ha costruito e poi gestito l’impianto.

Tutta la documentazione, dunque, è stata sequestrata per consentire di effettuare gli accertamenti sul progetto, sui bandi di gestione e sulla revoca dell’appalto alla ditta. La magistratura ha iniziato a interessarsi della vicenda quando la relazione dell’Anac (Autorità nazionale anticorruzione), a settembre, mise in luce diverse criticità relativamente all’impianto, tali da ipotizzare danni erariali e reati ambientali. La Regione Campania, poi, lo scorso 3 ottobre revocò l’Aia (autorizzazione di impatto ambientale) alla Daneco e, ancora, agli inizi di novembre intervenne direttamente il Comune che decise di revocare l’appalto per degli inadempimenti rilevati in una serie di sopralluoghi ad opera dei tecnici del Comune. Intanto l’impianto di compostaggio continua a funzionare perchè la gestione è stata affidata in via temporanea a Salerno Pulita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Finanza al Comune di Salerno: sequestrati i documenti sull'impianto di compostaggio

SalernoToday è in caricamento