menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salerno, bomba al Crescent: incontro in prefettura

Il vertice si terrà in giornata alla presenza delle aziende erogatrici di servizi, per predisporre eventuali interventi. E' attesa per un eventuale allargamento della zona rossa

Salerno è in apprensione per le decisioni relative alla neutralizzazione della bomba risalente alla seconda guerra mondiale rinvenuta nel cantiere del Crescent. In giornata si terrà una riunione operativa, convocata dal prefetto Gerarda Maria Pantalone, alla quale prenderanno parte i rappresentanti delle società che erogano servizi (acqua, luce, gas) allo scopo di definire eventuali interventi da effettuare. La zona rossa, così come è stata definita, potrebbe allargarsi a seconda delle decisioni circa il disinnesco/brillamento dell'ordigno bellico, giungendo sino ad un raggio di 500 metri (contro i 200 attuali) anche verso terra. Nei giorni scorsi il prefetto ha inoltre replicato alle polemiche circa l'allarme sul ritrovamento: l'ordigno bellico è stato trovato giovedì 5 luglio, ma l'allarme è scattato solamente il giorno dopo. Il prefetto ha spiegato che bisognava prima attendere gli artificieri e poi agire di conseguenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento