menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maneggiano botti inesplosi: altri quattro bambini feriti a Sarno, due gravi

Un 12enne di nazionalità marocchina ha subito gravissimi danni a quattro dita della mano sinistra e un forte trauma cranico e un ragazzino di 10 anni ha riportato l'amputazione di tre dita della mano e ferite al viso

Quattro ragazzini tra gli 8 ed i 12 anni sono rimasti seriamente feriti a Sarno mentre maneggiavano petardi inesplosi, raccolti per strada. Tre di loro sono ricoverati all'ospedale Santobono di Napoli: due versano in prognosi riservata. Si tratta di un 12enne di nazionalità marocchina che ha subito gravissimi danni a quattro dita della mano sinistra e un forte trauma cranico e di un ragazzino di 10 anni che ha riportato l'amputazione di tre dita della mano e ferite al viso.

Gli altri due di otto ed undici anni hanno riportato ferite giudicate guaribili in pochi giorni. Il primo resta ricoverato in quanto la deflagrazione gli ha procurato problemi ad un occhio. Sull'episodio indagano i carabinieri.

Sale drammaticamente, dunque, il numero dei feriti per i botti di Capodanno che, tra gli altri danni, non hanno risparmiato neppure l'asilo di comunale di Bivio Pratole, dove una bomba carta ha sventrato l’entrata: per ora la struttura resta inagibile.

Nel 31 dicembre, dunque, purtroppo non sono mancate le solite teste calde: la dicono lunga anche i retroscena del concerto in piazza a Salerno, dove pure l'Humanitas ha effettuato circa una 60ina di interventi dovuti tutti ad eccesso di alcol. Molti, anche i minori che sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari del nosocomio. Uno scempio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento