menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Custodiva oltre duemila botti illegali: uomo arrestato ad Angri dalla Finanza

Il 58enne è finito agli arresti domiciliari. Rischia ora fino a tre anni di reclusione ed una multa fino a 100mila euro. In un piccolo deposito nascondeva 60 chili di materiale eplosivo

Nuovo blitz della Guardia di Finanza ad Angri. Dopo il sequestro, alcune settimane fa, di botti illegali, i militari hanno scoperto un deposito nel quale un 58enne custodiva 2.300 ordigni artigianali, sprovvista della necessaria licenza del Prefetto. 

I dettagli

Su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, il 58enne è finito agli arresti domiciliari. Rischia ora fino a tre anni di reclusione ed una multa fino a 100mila euro. L'uomo, già noto per precedenti specifici, era stato individuato dopo l'attività investigativa svolta dai Finanzieri della Compagnia di Nocera Inferiore. Non si era accorto di essere pedinato e ha finito per condurre i militari al proprio nascondiglio. Qui, all'interno di un deposito ricavato su un terreno di proprietà, è stato trovato un vero e proprio arsenale. I Finanziari lo hanno bloccato dopo averlo visto uscire dal deposito in lamiera con un sacco al seguito. Sono stati trovati fuochi d'artificio posseduti illegalmente e poi è cominciata la perquisizione all'interno del piccolo fabbricato. Sono stati trovati 60 chili di materiale esplosivo: bombe carta, petardi senza alcuna omologazione, oltre alle classiche micce e allo spago per il confezionamento. Materiale altamente pericoloso per i residenti delle abitazioni adiacenti, come ha confermato la perizia eseguita da un artificiere presso la Questura di Salerno. I manufatti sono stati coperti e affidati in custodia ad una ditta specializzata, che ne curerà la distruzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento