rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Scafati

Seicento "cipolle" in casa, a Scafati 43enne agli arresti domiciliari

L'uomo aveva in cantina seicento cipolle potenzialmente pericolose ed è stato posto ai domiciliari; sempre a Scafati denunciato un 49enne per possesso di materiale esplodente

Una persona denunciata, un'altra arrestata e numerosi petardi pericolosi e realizzati senza autorizzazione sequestrati: questo il bilancio di un'operazione messa a segno a Scafati dai carabinieri della locale tenenza, che nell'ambito di operazioni volte a contrastare il fenomeno dei botti illegali e potenzialmente pericolosi hanno eseguito due perquisizioni domiciliari presso le abitazioni di M. P., 49 anni e V. S., 43 anni.

Nel primo caso i militari hanno rinvenuto 30 chilogrammi di fuochi d'artificio categorie IV e V e 160 petardi realizzati artigianalmente senza alcuna autorizzazione. M. P. è stato indagato per detenzione ai fini di vendita di artifizi pirotecnici senza licenza nonché per detenzione illecita di materiale esplodente. Nel secondo caso invece i militari hanno rinvenuto 600 cipolle artigianali. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. V. S. è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seicento "cipolle" in casa, a Scafati 43enne agli arresti domiciliari

SalernoToday è in caricamento