rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Albanella

Bracconaggio ad Albanella: sorpreso a cacciare cinghiali dall'Enpa, sequestrati fucile e munizioni

Il cacciatore è stato denunciato per esercizio di caccia in periodo di divieto generale e porto abusivo di armi

Nell'ambito dei controlli sul territorio svolti dall'Enpa di Salerno, in tarda serata, un settantunenne è stato sorpreso mentre tentava di abbattere fauna selvatica, nello specifico, alcuni esemplari di Cinghiale. L'attività è stata svolta a circa 50 metri da alcune abitazioni ed a pochi metri da una strada. Inoltre nei pressi era situato anche il canile Rifugio Totò, che ricade  nell'oasi bosco Camerine. Considerata la pericolosità del munizionamento che viene utilizzato per abbattere tali esemplari -  munizioni a piombo unico che raggiungono un bersaglio a circa trecento metri ed oltre, nonché esercitata in un periodo di chiusura generale - le guardie della protezione animali sono intervenute ed hanno avvisato i Carabinieri.

Il blitz

Giunti sul posto, i militari, insieme alle guardie, hanno provveduto al sequestro immediato del fucile semi automatico calibro 12 carico, del munizionamento ed dell'identificazione del soggetto, riscontrando che lo stesso era privo di qualsiasi autorizzazione che gli consentisse l'uso e il trasporto dell'arma in luoghi fuori dalla privata dimora. Pertanto, è scattata la denuncia all' Autorità Giudiziaria per esercizio di caccia in periodo di divieto generale e porto abusivo di armi. Elevate inoltre una serie di sanzioni relative all'attività venatoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bracconaggio ad Albanella: sorpreso a cacciare cinghiali dall'Enpa, sequestrati fucile e munizioni

SalernoToday è in caricamento