Cronaca

Bracconaggio in provincia di Salerno: scattano controlli e sanzioni

Sono stati controllati i proprietari di numerosi cani accertando in diverse situazioni violazioni a quanto previsto dalla normativa di settore con conseguente contestazione di sanzioni per circa 1000 euro

Proseguono i controlli, a cura di Accademia Kronoso, per il contrasto del bracconaggio nelle aree parco e per limitare il fenomeno dell'abbandono degli animali d'affezione. L'operazione che ha interessato i comuni a ridosso delle province di Salerno ed Avellino ha visto impegnato il personale del Nucleo provinciale di Salerno ed Avellino che hanno dovuto affrontare condizioni climatiche avverse.

I dettagli

Sono stati controllati i proprietari di numerosi cani accertando in diverse situazioni violazioni a quanto previsto dalla normativa di settore con conseguente contestazione di sanzioni per circa 1000 euro. I controlli si sono poi estesi ai territori del parco Regionale dei Monti Picentini ed in particolare nel comune di Montella dove per due giorni le operazioni sono state svolte in collaborazione con il Comando di Polizia Municipale e nella Riserva Foce Sele Tanagro dove gli agenti hanno proceduto ad effettuare ulteriori controlli e contestando diverse violazioni in materia di mancata iscrizione alla anagrafe canina. Durante l'attività di vigilanza, grazie ad una segnalazione, gli agenti sono riusciti a a soccorrere e recuperare un esemplare di barbagianni adulto nel comune di Oliveto Citra. Giunti sul posto, gli agenti dopo aver accertato che l'esemplare riportava una vistosa ferita ad un'ala, risultando altresì fortemente debilitato dal freddo, hanno prestato le prime cure per mettere in sicurezza l'esemplare. Grazie alla collaborazione di personale dell'Enpa lo hanno trasferito al Cras di Napoli per le cure medico veterinarie necessarie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bracconaggio in provincia di Salerno: scattano controlli e sanzioni

SalernoToday è in caricamento