Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Polla

Blitz a Polla: i carabinieri denunciano un bracconiere, sequestrati i suoi attrezzi

Hanno trovato diversi volatili stipati in piccole gabbie, reti, pali e corde, strumenti chiaramente utilizzati per la cattura di fauna selvatica

I carabinieri forestali della Stazione di Polla hanno denunciato un bracconiere. Tutto è cominciato dopo il controllo dei Carabinieri di Auletta i quali, lungo la strada statale 19 ter: i militari hanno fermato un’auto che si dirigeva a bassa velocità verso il posto di controllo.

I dettagli

I carabinieri sono stati insospettiti dalla titubanza dell'automobilista, un sessantenne di Torre del Greco, nervoso e agitato. I militari hanno controllato l'auto e nel portabagagli hanno trovato diversi volatili stipati in piccole gabbie, reti, pali e corde, strumenti chiaramente utilizzati per la cattura di fauna selvatica.  Alla luce di quanto emerso la pattuglia ha subito richiesto l'intervento e supporto ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Polla, specializzati in materia, per proseguire gli accertamenti in caserma. Il bracconiere aveva esercitato una pratica di caccia illegale, nota come uccellagione, attuata con l’impiego di dispositivi fissi, quali le reti ed i richiami acustici, e finalizzata alla cattura indiscriminata e di massa della selvaggina volatile. Alcuni dei fringillidi catturati, specie la cui illecita detenzione è penalmente sanzionata, venivano inoltre utilizzati quali richiami vivi; due esemplari, infatti, presentavano delle imbracature realizzate con laccetti metallici legati a dei guinzagli che consentivano un movimento limitato ma utile a richiamare altri volatili. Constatato il buono stato di salute e vitalità degli uccelli catturati, gli stessi sono stati rimessi in libertà. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz a Polla: i carabinieri denunciano un bracconiere, sequestrati i suoi attrezzi

SalernoToday è in caricamento