Bullismo, nasce la rete contro le devianze: 27 partner

Mercoledì 25 gennaio, a Sant'Egidio del Monte Albino, prima assemblea per la firma del protocollo d'intesa inter-istituzionale chiamato “Un'Idea Semplice...Uno, Noi, Tutti, nessuno escluso!"

L'iniziativa della Scuola De Filippo

Le scuole fanno rete e firmano il protocollo anti-bullismo. La prima tappa è fissata il 25 gennaio, a Sant'Egidio del Monte Albino, sede dell'Istituto Comprensivo Eduardo De Filippo che s'è fatto promotore dell'iniziativa. L'obiettivo è prevenire la devianza giovanile e ogni altra forma di disagio e violenza. Alla "rete" hanno aderito 27 partner campani. Mercoledì alle ore 18, saranno tutti presenti alla prima assemblea per la firma del protocollo d'intesa inter-istituzionale chiamato “Un'Idea Semplice...Uno, Noi, Tutti, nessuno escluso!”.

Capofila è l'istituto De Filippo di Sant'Egidio, guidato dal dirigente scolastico Angelo De Maio. Tra i partner ci sono l'Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria “Scuola Medica Salernitana”, il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Campania, i Comuni di Corbara e Sant'Egidio del Monte Albino e numerose scuole di ogni ordine e grado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La rete nasce dalla convinta e forte volontà di riunire e coinvolgere diverse scuole ed Enti del territorio, che potranno fare “sistema” e mettere assieme esperienze e professionalità che diventeranno una grande ricchezza - spiega il dirigente scolastico della De Filippo -. Un bagaglio comune per riuscire a prevenire ogni forma di disagio. Bisogna fare attenzione ai segnali che inviano i ragazzi e adottare le misure giuste di prevenzione e cura. Si parte dal disagio che un alunno può avere per un bisogno speciale che può essere risolto semplicemente andando incontro alle sue necessità educative, fino ad arrivare a casi più complessi e gravi come fenomeni di bullismo o di violenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

  • Coronavirus: contagiata una persona a Vallo, il nuovo caso

Torna su
SalernoToday è in caricamento