Bagno di folla ai funerali di Antonio Pascuzzo. Il gip dispone ordinanza in carcere per il killer

Tante le persone accorse per i funerali di Antonio Alexander Pascuzzo, il giovane ucciso a coltellate dal coetaneo Karol Lapenta per una storia di droga. L’ultimo saluto al 18enne, familiari e amici lo hanno dato nella chiesa della Santissima Annunziata

Tantissime le persone accorse per i funerali di Antonio Alexander Pascuzzo, il giovane ucciso a coltellate dal coetaneo Karol Lapenta per una storia di droga. L’ultimo saluto al 18enne familiari e amici lo hanno dato nella chiesa della Santissima Annunziata. Ad accogliere il feretro c’erano anche tanti studenti e compagni di classe dell’Istituto Tecnico per il Turismo di Montesano sulla Marcellana, scuola che Antonio frequentava.

Vogliamo ricordarti com’eri, pensare che ancora vivi, che come i vecchi tempi ci ascolti e sorridi” sono le parole di una canzone dei Nomadi, riportate dai compagni di scuola su uno striscione dedicato a lui. La cerimonia funebre è stata officiata da don Antonio Garone. Al termine della cerimonia funebre, la bara bianca è uscita dalla chiesa con tantissimi pallocini fatti volare in segno dell’ultimo saluto ad Antonio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, il gip del Tribunale di Potenza non ha convalidato il fermo della Procura, disponendo invece un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Karol Lapenta, difeso dall'avvocato Michele De Iesu. L'accusa è di omicidio volontario. Pascuzzo era morto a causa di una coltellata al cuore, come hanno riferito i primi risultati dell'autopsia. La sera del 6 aprile, dopo uno scambio di messaggi, i due si sarebbero dati appuntamento per comprare della droga. Il giovane peruviano, arrivato sul posto, dopo aver mostrato la droga sarebbe stato accoltellato. “Non era mio amico, né mio nemico. Era il mio pusher”, ha riferito l'omicida al Procuratore. L'arma del delitto era stata prelevata da una macelleria di Montesano Scalo, dove il killer lavorava come apprendista. Dopo aver colpito il ragazzo, Antonio Pascuzzo sarebbe stato trascinato e gettato nei pressi del torrente Peglio, con la bicicletta gettata da una finestra in disuso della palestra comunale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento