Novità a Salerno: arriva il primo bus cardioprotetto d'Europa firmato Curcio

Il nuovo servizio interesserà tutte le linee della ditta Curcio in partenza da Salerno. "Move Saving Life-Sicurezza in Movimento": questo il titolo del progetto

Novità a Salerno: questa mattina arriva il primo bus cardioprotetto d'Europa (autobus con defibrillatore a bordo). A presentarlo in via Roma, all'altezza dell'incrocio con via Antica Corte, il sindaco Vincenzo De Luca e l'assessore alla Mobilità Luca Cascone. Il nuovo servizio interesserà tutte le linee della ditta Curcio in partenza da Salerno. "Move Saving Life-Sicurezza in Movimento": questo il titolo del progetto, che prevede, in una prima fase, la dotazione di defibrillatori semiautomatici a bordo del 33% del parco rotabile dell'azienda, in particolare sui mezzi impegnati per linee a lungo raggio, noleggio autobus per turismo della terza età e turismo scolastico. Tutti i conducenti hanno seguito un corso di formazione e sono abilitati all'uso del defibrillatore.

"È un'iniziativa di grande interesse che merita il nostro apprezzamento - ha dichiarato il sindaco De Luca - un intervento che realizza punti di eccellenza nel trasporto a bordo dei mezzi di una delle aziende più importanti del nostro territorio e che garantisce condizioni di tranquillità e serenità ad alcune fasce di utenti molto delicate ed in particolare alle persone più anziane".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento