Caditoie a San Marzano, manutenzione a metà: denuncia di Marrazzo

Il consigliere Marrazzo lamenta la presenza di zone di serie A e di serie B: "Non tutti i quartieri hanno beneficiato del programma di inteventi, sono state disostruite 80 caditoie su 400"

I tappetini usati per coprire i tombini

"Non tutti i quartieri di San Marzano sul Sarno hanno beneficiato del programma di inteventi, anzi sono state disostruite 80 caditoie su 400". Il consigliere di opposizione Vincenzo Marrazzo lamenta la presenza di zone di serie A e di serie B. “Sono state pulite solo le caditoie del centro cittadino, quelle a ridosso delle attività commerciali - aggiunge -, mentre le altre zone sono state dimenticate. Tuttavia, si è trattato di un’operazione inutile, che sul lungo periodo ha riportato tutto come prima. La parte di città esclusa dall’intervento ha continuato a fare i conti con i miasmi, che, anche in inverno, portano alcuni cittadini a coprire i tombini con i tappetini per calmare la puzza nauseabonda. Una pratica paradossale che ha il suo culmine in estate".

La proposta

Per il consigliere comunale di opposizione, serve cambiare radicalmente l’idea di manutenzione delle caditoie. “Servono interventi mirati e in tutta la città. Perché spendere soldi pubblici se poi, a distanza di poche settimane, il problema si ripresenta? Questo non è un buon modo di gestire la cosa pubblica. Ai cittadini dico di non lamentarsi: è semplicemente il modus operandi di questa nostra Amministrazione. Si divide la popolazione in due fasce: A e B”.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento