rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Tenta di annegare cane a Torrione, lettera al Prefetto: "Per un'ora e mezza non sono arrivate le forze dell'ordine"

Una richiesta di accertamento è stata inviata dall'avvocato Alessio Cugini Borghese per conto di Enrico Rizzi, influencer nel campo dei diritti degli animali

Continua a tenere banco la vicenda del cagnolino che un uomo, lo scorso 8 luglio, ha tentato di annegare nel mare che bagna la spiaggia di Torrione, nei pressi del Forte La Carnale, davanti agli occhi increduli dei bagnanti. Nella giornata di oggi, l’avvocato Alessio Cugini Borghese – per conto di Enrico Rizzi, influencer nel campo dei diritti degli animali, ha inviato una richiesta di accertamento al comandante provinciale dei carabinieri e al Prefetto di Salerno per fare chiarezza sull’intervento, considerato ritardatario, delle forze dell’ordine. 

La richiesta dell’avvocato: 

Risulta al Sig. Rizzi che sia stato richiesto, ripetutamente e tramite chiamate al 112, l'intervento delle forze  dell'ordine, ma l'attesa si è protratta per oltre un'ora e mezza, senza intervento di alcuno sul posto. La grave  situazione di inerzia venutasi a determinare ha fatto sì che l'uomo in questione continuasse a seviziare  l'animale, tanto che alcune coraggiose ragazze presenti sulla spiaggia, non potendo più assistere a questo  scempio, hanno deciso di intervenire per mettere al sicuro l'animale in chiarissimo pericolo di vita. Appare evidente la gravità della situazione tale da integrare una possibile ipotesi di reato relativamente  all'omissione di un atto pubblico che per ragioni di giustizia doveva essere compiuto senza alcun ritardo e  che ha fatto sì che privati cittadini, mettessero a rischio la propria incolumità e sicurezza, pur di porre al  riparo l'animale ed evitargli una morte certa per annegamento.   Apparendo questa la situazione oggettiva che è stata rappresentata al Sig. Rizzi, si richiede alle intestate  Autorità in indirizzo di voler verificare la dinamica dei fatti indicati ed in conseguenza ad esito positivo,  procedere alle dovute segnalazioni alla competente Procura della Repubblica e/o alle azioni disciplinari che  si rendano necessarie.  Si resta in attesa di essere notiziati sull'esito degli accertamenti anche al fine di voler consentire al soggetto  giuridico rappresentato e portatore di interessi diffusi, di esercitare le conseguenti azioni nelle opportune sedi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di annegare cane a Torrione, lettera al Prefetto: "Per un'ora e mezza non sono arrivate le forze dell'ordine"

SalernoToday è in caricamento