Calciatori e dirigenti del "Per San Marzano" aggrediti in trasferta

L'increscioso episodio di violenza si è verificato sabato a Mugnano del Cardinale (Avellino). Sono stati feriti con cinghie e spranghe dai tifosi del club avversario. Scatta la denuncia alla Lega Calcio

Momenti di tensione sabato scorso a Mugnano del Cardinale, in provincia di Avellino, dove otto persone, tra calciatori e dirigenti della squadra “Per San Marzano”, che milita nel girone C della prima categoria regionale e rappresentativa del comune omonimo (San Marzano sul Sarno) della provincia di Salerno, sono state aggredite al termine di una partita. La squadra proveniente dall’Agro nocerino sarnese, infatti, è stata presa di mira con insulti prima e durante la partita, per poi essere aggredita da circa una ventina di persone entrate sul terreno di gioco, mentre i giocatori rientravano negli spogliatoi. Il match ha visto scendere in campo il G. Carotenuto, che aveva perso la partita d’andata contro il San Marzano. Questo avrebbe – secondo una prima ricostruzione – “aizzato” un gruppo di facinorosi - come dimostrava uno striscione all’ingresso di uno degli spogliatoi: “È arrivato il momento della partita dell’anno. L’unica squadra che ci ha sconfitto. Benvenuti nell’inferno rossonero”

All’arrivo sul terreno di gioco - hanno raccontato calciatori e dirigenti - diverse persone avrebbero accolto la squadra ospite con insulti e minacce. La partita è proseguita con cori di scherno, fino al termine. Ma nel momento in cui il San Marzano rientrava negli spogliatoi, almeno quindici persone sarebbero riuscite ad entrare in campo, aggredendo una parte dei tesserati. Otto tra calciatori e dirigenti della squadra sarebbero stati colpiti con cinghie, una spranga di ferro e persino con una bandierina del guardalinee. La rissa sarebbe stata tuttavia sedata dopo qualche minuto, trascorsi i quali sono poi stati sollecitati ad intervenire i carabinieri. Questi ultimi, dopo aver verbalizzato il racconto delle vittime dell’aggressione, hanno scortato la squadra fino all’ingresso dell’autostrada. Le otto persone rimaste contuse sono state medicate all’ospedale di Sarno, con referti che vanno dai cinque ai sei giorni.

Sull'increscioso episodio di violenza, oltre ad una denuncia alla Procura competente, verrà presentato un esposto alla Lega Calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento