menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli sulle caldaie, Ferrigno (Claai) sollecita l’assessore Caramanno

Il presidente critica l'amministrazione comunale: "Le nostre richieste d’incontro per redigere il piano di monitoraggio sono rimaste inascoltate"

È ancora in attesa di una risposta la richiesta d’incontro inoltrata dalla Claai Salerno all’assessore comunale all’ambiente Angelo Caramanno. L’ultimo sollecito, inoltrato tramite pec dal presidente dell’associazione Gianfranco Ferrigno, è datato 15 luglio ma anche quest’ultima missiva elettronica pare sia rimasta a giacere nella casella di posta dell’assessorato. Le richieste, nel corso degli ultimi mesi, sono state numerose: al centro del vertice dovrebbe, infatti, esserci l’applicazione del regolamento comunale per il controllo delle caldaie domiciliari.

La lettera

Un monitoraggio che – spiega il presidente Ferrigno – "è previsto dalla legge". "Il Comune di Salerno – prosegue il numero uno della Claai provinciale – ha l’obbligo di dare esecuzione al regolamento per la verifica dello “stato di salute” delle caldaie; queste ultime, come ben sappiamo, se non manutenute correttamente possono rappresentare anche un rischio sotto diversi punti di vista. Abbiamo scritto più di una volta all’assessore Caramanno al fine di richiedere un incontro per stilare il piano di verifica delle caldaie, anche con il supporto dei nostri iscritti del settore dell’impiantistica. Purtroppo dobbiamo constatare che tutte le nostre comunicazioni sono state puntualmente non prese in considerazione. Comprendiamo che siamo in periodo estivo ma ci sono delle decisioni improcrastinabili da prendere. Ci appelliamo – conclude Ferrigno – ancora una volta all’assessore Caramanno, affinché convochi la Claai per calendarizzare il piano degli interventi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento