Camerota, nascerà il "Museo del Mare e della Pesca" sul porto

Sorgerà in uno dei locali del molo di sopraflutto destinato ad “attività di promozione della pesca turismo, delle attività portuali e dell’area Marina Protetta"

Il progetto

Un Museo del Mare e della Pesca sul porto di Marina di Camerota. A promuovere il progetto è l’assessore comunale al porto Teresa Esposito con l’obiettivo di valorizzare l’Area Marina Protetta degli Infreschi e della Masseta.

I dettagli

Il museo sorgerà in uno dei locali del molo di sopraflutto destinato ad “attività di promozione della pesca turismo, delle attività portuali e dell’area Marina Protetta". Gli stessi locali sono rimasti in disuso per tanti anni. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, a pochi mesi dal suo insediamento, ha ridato vita a quei posti, regalando prima un luogo di ritrovo agli anziani pescatori e poi riorganizzando i locali posti alla fine del braccio, affidandoli ai pescatori che finalmente li possono utilizzare come depositi. All’interno del Museo del Mare e della Pesca ci sarà un’area didattica introduttiva dedicata all’Amp degli Infreschi e della Masseta. Poi una stanza che racconterà la flora e la fauna che popolano il mare di Camerota e un’area didattica immersiva che accompagnerà i visitatori in un viaggio alla scoperta degli habitat dell’Amp con allestimenti di monitor touch screen. Chi entrerà nel museo, avrà la possibilità di ammirare un allestimento con modello in scala di una tartaruga e alcuni pannelli informativi volti alla sensibilizzazione della salvaguardia dell’ambiente per ridurre le interazioni con le attività antropiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

Soddisfatto l’assessore Esposito che ricorda: “Il Museo del Mare rientra nel progetto di riassetto, riorganizzazione e ammodernamento di tutto l'impianto portuale che questa Amministrazione sta portando avanti sin dal primo giorno di insediamento, era nel nostro programma dare un volto e un'identità chiara e definita che da troppo tempo mancava al Porto di Marina di Camerota. Non solo un porto peschereccio, ma un porto turistico degno di essere chiamato tale. E proprio dal concetto di identità siamo partiti per ideare e progettare il Museo del Mare e della Pesca. A Marina di Camerota è forte e tangibile il legame che ognuno di noi ha con il mare, elemento fondamentale per l'economia del paese ma anche e soprattutto dalla forte connotazione sentimentale ed emotiva perché fa parte della nostra tradizione, della nostra cultura e della nostra storia. Sono molto soddisfatta che questo progetto stia finalmente prendendo vita e si stia concretizzando, non è un successo personale ma della comunità di Camerota”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento