rotate-mobile
Cronaca Camerota

Tartarughe a Marina di Camerota: l'appello dell'Enpa a bagnanti e gestori

La Capitaneria di porto si è immediatamente recata sul posto per verificare la traccia e delimitare l'area interessata

Questa mattina l’Enpa ha ricevuto una segnalazione di una traccia di emersione di una tartaruga marina in provincia di Salerno. La Capitaneria di Porto si è immediatamente recata sul posto per verificare la traccia e delimitare l'area interessata. L’Ente Nazionale Protezione Animali lancia quindi un appello ai gestori dei lidi, bagnanti e frequentatori di prestare più attenzione in questi giorni e segnalare le tracce o le tartarughe in risalita al numero numero blu della Guardia Costiera 1530.

Il caso

La Sezione di Salerno ha ricevuto la segnalazione di una traccia di emersione di una tartaruga marina a Cala del Cefalo, località di marina di Camerota. La Capitaneria di porto si è immediatamente recata sul posto per verificare la traccia e delimitare l'area interessata. Poco dopo si sono recati sul posto i biologi del centro A. Dohrn, i volontari dell'Enpa di Salerno e dell'associazione Eso Es Palinuro. Dal sopralluogo è emerso che l'esemplare è risalito, esplorando l'area, ma non ha deposto. È stata monitorata il litorale circostante alla ricerca di ulteriori tracce di deposizione ma senza esito. È comune per questi animali effettuare sopralluoghi per verificare l'idoneità delle spiagge, quindi con buone probabilità l'animale potrebbe risalire nelle spiagge dei comuni limitrofi per deporre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartarughe a Marina di Camerota: l'appello dell'Enpa a bagnanti e gestori

SalernoToday è in caricamento