Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Centro

Aggressione sul lungomare, Cammarota: "E' morta la sicurezza, si convochi il Comitato in Prefettura"

“Una morte annunciata da ultimo il 9 agosto scorso – continua Cammarota – nella seduta della Commissione Trasparenza da me presieduta". Sul caso, interviene anche il gruppo Fb Protesta Popolare Salernitana

Lungomare

“Il gravissimo episodio di sabato sera, con l’aggressione dei vigili urbani di Salerno da parte dei venditori abusivi extracomunitari, è la cronaca di una morte annunciata, quella della sicurezza e dell’ordine pubblico sul Lungomare della nostra città”. Lo ha scritto Antonio Cammarota, consigliere e presidente della Commissione Trasparenza del Comune di Salerno. “Una morte annunciata da ultimo il 9 agosto scorso – continua Cammarota – nella seduta della Commissione Trasparenza da me presieduta, quando i Vigili Urbani denunciarono la insostenibile situazione del lungomare, invaso da abusivi ma anche da spaccio di droga, e la difficoltà e il timore di intervenire per la carenza di mezzi e di uomini, invocando unità cinofile, interforze di polizia, e la convocazione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza”.

L'osservazione

“Fu chiaro alla Commissione Trasparenza e a tutti - continua Cammarota - che dietro il fenomeno dilagante dei venditori abusivi extracomunitari e lo spaccio di droga vi fosse la criminalità organizzata, che produce le merci contraffatte dei grandi marchi certamente non in città. La Commissione Trasparenza- spiega il Presidente- decise all’unanimità di tramettere quel verbale, con i relativi allegati, in copia conforme al Sindaco, al Prefetto, al Questore”.

L'appello

Secondo Cammarota, è necessaria la convocazione immediata del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza: "Si organizzi un blitz con l’interforze come è stato fatto a Milano, Napoli, Roma, e in tante altre città, e si restituisca il lungomare alla città di Salerno Ad un tempo, esprimo piena solidarietà ai nostri vigili e appello alle istituzioni perché si metta da parte ogni polemica e si faccia insieme quadrato, perché allo stato la situazione è, sotto gli occhi di tutti, una emergenza fuori controllo”, ha concluso.

La nota di Protesta Popolare Salernitana

“Solidarietà ai Vigili Urbani aggrediti ma è necessario richiedere l’immediato intervento dell’esercito”, hanno detto, intanto, Tiziano Sica, fondatore insieme ai giovani salernitani Marco Gregorio e Bruno Sica del gruppo Facebook Protesta Popolare Salernitana, in seguito a quanto accaduto nella serata di ieri sul Lungomare.  “La situazione in città è diventata insostenibile, dichiara ancora Tiziano Sica. Passeggiare sul Lungomare sembra essere diventato ormai pericoloso, soprattutto di sera, a causa di venditori abusivi, spaccio di droga e aggressioni sempre più frequenti non solo tra gli spacciatori che vogliono contendersi la piazza ma tra gli stessi abusivi che spesso si rivolgono in maniera poco cortese anche nei confronti di chi non acquista. È necessario il presidio permanente di più pattuglie di Polizia Municipale ma, allo stato attuale delle cose, è necessario l’intervento dell’esercito in strada che controlli la situazione e ripulisca la città di Salerno da tutto l’abusivismo che ci sta ormai danneggiando, non solo in termini economici. L’aggressione di ieri sera dimostra ancora una volta come i cittadini salernitani siano ormai ospiti nella loro stessa città. È inammissibile che le forze dell’ordine, per far rispettare la legge, siano poi costrette a ricorrere alle cure dei sanitari mettendo a repentaglio la loro stessa sicurezza. Quanto accaduto ieri non deve assolutamente ripetersi nuovamente. Più sicurezza e meno abusivismo: di questo hanno bisogno i salernitani”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione sul lungomare, Cammarota: "E' morta la sicurezza, si convochi il Comitato in Prefettura"

SalernoToday è in caricamento