menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cesarano

Cesarano

Camorra e politica a Nocera Inferiore, Cesarano ottiene gli arresti domiciliari

Lo ha stabilito il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, Giovanna Pacifico, dopo l’istanza presentata dagli avvocati difensori dell'ex vice sindaco di Nocera Inferiore

Antonio Cesarano esce dal carcere di Fuorni e va agli arresti domiciliari. Lo ha stabilito il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, Giovanna Pacifico, a seguito dell’istanza presentata dagli avvocati difensori dell'ex vice sindaco di Nocera Inferiore. Anche la Direzione Distrettuale Antimafia ha concesso il via libera al nuovo provvedimento cautelare.

L'inchiesta

Il noto politico nocerino è accusato di scambio elettorale politico-mafioso. Secondo il teorema della Dda di Salerno, Cesarano avrebbe fatto da «mediatore» tra l’ex boss Antonio Pignataro e i candidati al consiglio comunale, Ciro Eboli e Carlo Bianco, per spingere la giunta dell’allora sindaco Manlio Torquato ad approvare una delibera d’indirizzo di variante al Puc. Un provvedimento propedeutico all’edificazione di una casa famiglia, finita nel mirino del "gruppo criminale" dell’ex cutoliano ed esponente della Nuova Famiglia, Pignataro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento