menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clan Greco - Sorrentino, 24 arresti a Sant'Egidio del Monte Albino

Centoventi carabinieri stanno passando al setaccio la nostra provincia e quella di Napoli. Nel mirino il clan Greco-Sorrentino

Una maxi-operazione anticamorra è in corso nel nostro territorio. Ben centoventi i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno sulle tracce del noto clan "Greco Sorrentino" di S. Egidio del Monte Albino. Fino ad ora, 24 gli arresti per le gravi accuse di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, associazione di stampo camorristico, estorsione ed altro ancora.

Mirando ad acquisire il controllo su aste giudiziarie, su lavori a S. Egidio e forniture di cemento ai cantieri della zona, infatti, i malviventi sono ricorsi a minacce, violenze, fino ad arrivare ad assassinare gli individui che, appoggiandosi ad altre associazioni criminali, non riconoscevano la supremazia del clan.

Tra questi, i pregiuduicati Pasquale Liberti, assassinato nel '98 e Adriano Risi ucciso nel 2010. Ad incastrare i malviventi, le importazioni di droga dalla Spagna e l'acquisto dai venditori appartenenti ai cosiddetti “Scissionisti di Secondigliano”, di 5 kg di cocaina pressata pagata in contanti 225mila Euro.

C' è anche un tenente della polizia municipale del comune di Nocera Inferiore tra gli arrestati nell'operazione portata a segno dai carabinieri contro il clan Greco - Sorrentino, eseguita questa notte dai militari. Secondo quanto emerso dalle indagini l'uomo acquistava, con cadenza bisettimanale, 100 grammi di cocaina dal clan, che veniva poi smerciata sul territorio. In totale sono 21 le persone raggiunte all' alba dalle misure cautelari emesse dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno su richiesta della procura distrettuale antimafia.

Altri tre destinatari si sono resi irreperibili. L' operazione ha impegnato circa 120 carabinieri. "Si tratta - è stato detto nel corso di una conferenza stampa al comando provinciale dei carabinieri di Salerno - dei primi risultati delle indagini sul clan Greco -Sorrentino".

Attraverso ingenti sequestri di droga, per lo più cocaina ed hashish, compiuti negli anni scorsi, gli investigatori hanno potuto accertare che il clan, oltre alla distribuzione sul territorio della droga, controllava il racket delle estorsioni e tentava di acquisire il controllo di aste giudiziarie. Inoltre, negli ultimi anni il sodalizio criminale ha cercato di imporre lavori di movimento terra nei cantieri della zona e la fornitura di cemento.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento