rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Pagani

Camorra, sciolto il consiglio comunale di Pagani

E' la seconda volta il 19 anni: la decisione del ministero dell'Interno in seguito alla tormentata vicenda del comune paganese. A luglio era stato arrestato l'ex sindaco Alberico Gambino

Il ministro dell'Interno Cancellieri ha sciolto il consiglio comunale di Pagani per camorra. E' la seconda volta in 19 anni (era già accaduto nel 1993) che il consiglio comunale della città dell'agro nocerino sarnese viene sciolto dal ministero dell'Interno. La decisione del ministero dell'Interno fa seguito alla tormentata vicenda del comune paganese: dimissioni del sindaco facenti funzioni Fabio Petrelli, nomina del commissario prefettizio Maurizio Bruschi affiancato dal sub commissario Savina Macchiarelli. Fabio Petrelli, a sua volta, era diventato sindaco facente funzioni dopo l'elezione di Alberico Gambino, nel 2010, a consigliere regionale del Pdl.

Gambino venne arrestato lo scorso luglio insieme ad altre persone su disposizione della DDA di Salerno. In questi giorni si sta celebrando il processo: l'ex sindaco di Pagani è accusato di voto di scambio e concussione. Intanto, dopo la notizia dello scioglimento del consiglio comunale, il consigliere Massimo D'Onofrio (Pdl) ha annunciato di voler presentare ricorso contro la decisione assunta dal consiglio dei ministri. Insieme a lui anche l'altro consigliere Pdl Gaetano Tortora. Pagani doveva tornare alle urne a maggio, ora però si dovrà attendere 18 mesi di commissariamento per poter tornare al voto.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, sciolto il consiglio comunale di Pagani

SalernoToday è in caricamento