Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Camorra, confiscati beni per 20 milioni al nipote del boss "O' Pope"

I militari della Guardia di Finanza hanno fatto scattare i sigilli a società ed immobili di Ferdinando Corrado, nipote di Aniello Serino. Il valore complessivo è di 20 milioni di euro

Il Nucleo di Polizia Tributaria – G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Salerno  ha eseguito due provvedimenti di confisca definitiva disposti rispettivamente dal Tribunale— Sezione Riesame e Misure di Prevenzione di Salerno per oltre 4 milioni di euro e del Tribunale-Sezione Gip - Gup di Salerno, per oltre 16 milioni di euro, nei confronti di Ferdinando Corrado, 53 anni, originario di Sarno, ritenuto appartenente ad una banda criminale, affiliata alla “Nuova famiglia” e operante nella zona dell’agro nocerino-sarnese, denominato “clan Serino”, capeggiato da Aniello Serino, alias “o ‘pope”, zio dello stesso Corrado.

Secondo le indagini svolte dalle Fiamme Gialle Ferdinando Corrado aveva costituito, a partire dagli anni 1996/1998, anche per interposta persona, una serie di società e attività economica operative nel settore della grande distribuzione di carni e alimenti.  Ma grazie agli accertamenti patrimoniali coordinati dalla Procura della Repubblica di Salerno – Direzione Distrettuale Antimafia è stata accertata la rilevante sproporzione tra i redditi dichiarati dallo stesso Corrado e dal coniuge rispetto al notevole patrimonio immobiliare e mobiliare a loro riconducibile.

Per questo sono state sottoposte a confisca società, immobili, numerosi rapporti bancari e veicoli anche di grossa cilindrata, nella sua disponibilità, per un valore superiore a 20 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, confiscati beni per 20 milioni al nipote del boss "O' Pope"

SalernoToday è in caricamento