rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Campagna

Morì folgorato a 15 anni da una scarica elettrica a Campagna: assolti i genitori, lo zio e l'elettricista

Il giudice monocratico della Seconda Sezione Penale di Salerno è entrato nel merito delle singole posizioni assolvendo gli imputati come richiesto dagli avvocati

Sono stati assolti, perché “il fatto non sussiste”, i genitori del ragazzino di 15 anni di Campagna, Michele Iannece, che, otto anni fa, morì a causa di una scarica elettrica nel giardino di casa. Assolti anche lo zio del giovane e l’elettricista. 

La sentenza 

Il pm all’esito della requisitoria aveva chiesto l’assoluzione per prescrizione per i genitori e lo zio e una condanna di sei mesi per l’elettricista. Ieri, però, il giudice monocratico della Seconda Sezione Penale di Salerno è entrato nel merito delle singole posizioni assolvendo gli imputati come richiesto dagli avvocati difensori Damiano Cardiello, Costantino Cardiello e Biancamaria Nanni Grieco.  

La tragedia

I fatti risalgono al 19 agosto 2014 quando il 15enne stava usando un tubo di gomma collegato alla fontana per pulire un borsone ed improvvisamente venne colpito dalla scarica elettrica del cancello automatico. Sul posto giunsero i sanitari del 118, che lo trasportarono d’urgenza all’ospedale di Eboli dove, però, poco dopo morì. Di qui le indagini dei carabinieri e l’inizio dell’iter processuale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì folgorato a 15 anni da una scarica elettrica a Campagna: assolti i genitori, lo zio e l'elettricista

SalernoToday è in caricamento