Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Asl Salerno, parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale: i dettagli

L'obiettivo è prevenire le forme gravi e complicate di influenza in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave: anziani e persone di tutte le età affette da malattie croniche

E’ iniziata ieri per proseguire fino al 31 dicembre 2016 la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2016-2017 dell’Asl di Salerno con l’obiettivo di prevenire le forme gravi e complicate di influenza in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave: anziani e persone di tutte le età affette da malattie croniche.  Le dosi di vaccino disponibili sono 216 mila. La composizione vaccinale della stagione in corso comprende i seguenti antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1)pdm09; antigene analogo al ceppo A/HongKong/4801/2014 (H3N2) e antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria).

Le categorie di persone alle quali la vaccinazione antinfluenzale è disponibile sono: soggetti di età pari o superiore a 65 anni (nati nell’anno 1951 e precedenti); bambini di età superiore ai 6 mesi ed adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza. In particolare da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO); malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite; diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI >30); insufficienza renale/surrenale cronica; malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie; tumori;
malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali; patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici; patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari); epatopatie croniche.

Ma la vaccinazione è disponibile anche per bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza, compreso personale di assistenza case di riposo ed anziani a domicilio, volontari dei servizi sanitari di emergenza; persone conviventi con soggetti ad alto rischio portatori di patologie di cui al punto; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori: forze di polizia, vigili del fuoco, personale asili nido e scuole dell’infanzia; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali (suini e volatili) che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani: allevatori, addetti alle attività di allevamento, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori e vaccinatori, veterinari pubblici e libero-professionisti.

La vaccinazione potrà essere effettuata presso gli ambulatori vaccinali dei Distretti Sanitari dell’Asl o dei medici e pediatri di famiglia che hanno aderito alla campagna antinfluenzale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl Salerno, parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale: i dettagli
SalernoToday è in caricamento