Campionato di Bridge, allori per due giovani promesse salernitane

I due giovanissimi campioni salernitani promettono: "L'anno prossimo, conquisteremo un posto in classifica ancora migliore"

Merola e Landi

Più che un  gioco di  carte, è  un  gioco con  le  carte: il bridge è un vero e proprio sport  della  mente, adatto a giocatori di tutte le età e di tutte le culture. Lo sanno bene i giovanissimi Francesco Pio Landi e Massimo Merola, studenti della scuola media San Tommaso D'Aquino di Fratte che si sono aggiudicati la Medaglia di legno, conquistando il 4^ posto al Campionato Nazionale di Bridge che si è svolto ad aprile, a Salsomaggiore.

L'osservazione

Gioco di coppia per eccellenza, il bridge è oggetto di studio da parte di un centinaio di ragazzi della scuola media salernitana che, dunque, è riuscita anche a conquistare gli allori a livello nazionale. "Per noi il bridge è stimolante e ci aiuta a ragionare e a migliorare in matematica, nonchè a mettere in pratica strategie e riflessioni - dicono Landi e Merola- La nostra coach, Anna Greco, e il professore Tommaso Lombardi, ci hanno seguito in un percorso a scuola che ci ha consentito di distinguerci al Campionato Nazionale". "Il Bridge, - incalza Landi - a differenza di come molti sostengono, è utile anche per prevenire le dipendenze perchè non è un gioco, ma uno sport". Un plauso, dunque, ai due giovanissimi campioni salernitani che promettono: "L'anno prossimo, conquisteremo un posto in classifica migliore".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

Torna su
SalernoToday è in caricamento