Orrore a Castel San Lorenzo: due cagnolini torturati, si indaga

I volontari dell'associazione "Mi fido di Te" hanno trovato un cagnolino con la coda mozzata e attorcigliata in un filo di ferro

Foto Fb

Orrore a Castel San Lorenzo: un cane di piccola taglia è stato ritrovato con la coda mozzata e attorcigliata in un filo di ferro. A rinvenirlo, i volontari dell'associazione "Mi fido di Te", in località "Nocicchia". Il povero amico di zampa è stato sottoposto ad un intervento veterinario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo avuto una segnalazione di un cucciolo di circa due anni e poi abbiamo scoperto che erano in realtà due gli animali da salvare: uno di soli tre mesi che dovrà anche lui subire un intervento- scrive uno dei volontari- Abbiamo dovuto amputare il resto della coda del cagnolino salvato per primo". Si indaga per risalire al responsabile del tremendo gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19, sono 41 i contagiati a Salerno: terzo caso in poche ore

  • Coronavirus: due nuovi casi positivi a Salerno e uno a Scafati

  • Covid-19, positivo un 16enne a Salerno: 32 casi nel Cilento

  • Meteo in Campania, è in arrivo un'ondata di calore: il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento