Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Capaccio Paestum, l’area fontana di via Fornilli intitolata a Ciccio Cortese

L'assessore Montechiaro: "Abbiamo voluto fortemente recuperare quella zona, che era abbandonata da anni, riportando alla luce anche la fontana-lavatoio"

Ciccio Cortese

L´area fontana di via Fornilli, a Capaccio Scalo, sarà intitolata a Francesco Cortese, noto a tutti con il nomignolo “Ciccio”, reduce della Seconda Guerra Mondiale. La cerimonia di intitolazione dell’area della fontana-lavatoio, recentemente ripulita e riqualificata dall’Amministrazione Palumbo, si terrà sabato 2 giugno alle 20.00.

Il commento

 A spiegarne le ragioni è la consigliera delegata al decoro urbano Alfonsino Montechiaro: “Abbiamo voluto fortemente recuperare quella zona, che era abbandonata da anni, riportando alla luce anche la fontana-lavatoio. Abbiamo voluta intitolarla a un grande uomo, Ciccio Cortese, che tutti conoscevano e che abitava in una casetta in via Fornilli, di cui oggi resta solamente un rudere”.

La biografia

 Francesco Cortese, per tutti “Ciccio”, era nato a Capaccio Paestum il 2 giugno 1916 e morì ad Agropoli il 5 aprile 1996. Ciccio Cortese era un reduce della Seconda Guerra Mondiale, aveva preso parte alla Campagna di Russia. Tornato a Capaccio Paestum, andò ad abitare in una casetta prospiciente l’area che gli sarà intitolata. Il suo volto con la barba e la sua bicicletta sono rimasti nel cuore di tantissime persone. “Ciccio”, infatti, che aveva un problema alle gambe a seguito di quanto patito nei campi di prigionia in Siberia, utilizzava la bicicletta come una sorta di “bastone” per camminare e non per pedalare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capaccio Paestum, l’area fontana di via Fornilli intitolata a Ciccio Cortese

SalernoToday è in caricamento