Capodanno 2021, stop ai fuochi d'artificio: altri sindaci firmano l'ordinanza

Nuove restrizioni nelle città e nei paesi in vista delle festività del Capodanno e dell'Epifania

In vista di Capodanno, altri sindaci della provincia di Salerno stanno continuando a firmare ordinanze e a lanciare appelli contro l’esplosione dei botti di Capodanno.

Salerno e le "eccezioni"

Il sindaco Vincenzo Napoli ha ordinato il divieto assoluto, dal 31 dicembre 2020 al 7 gennaio 2021, su tutto il territorio comunale, sia nei luoghi pubbici che privati, di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e articoli pirotecnici similari, “fatto salvo gli utilizzi autorizzati ai sensi e per effetti delle norme vigenti”. Per quanto riguarda gli articoli pirotecnici di libero commercio “è consentito l’uso unicamente in zone isolate e comunque a debita distanza da persone e animali, fermo restante il divieto all’interno ed in prossimità di scuole, ospedali, uffici pubblici, luoghi di pubblico e in tutte le vie e/o piazze”. 

Nei Picentini

Oggi pomeriggio il sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano ha firmato l’ordinanza di divieto su tutto il territorio comunale di accensione e lancio di fuochi d’artificio, sparo di petardi ed altri artifici pirotecnici da domani, venerdì 31 dicembre 2020, e fino al prossimo 6 gennaio 2021. “Una scelta doverosa - spiega -  per tutelare non solo le persone, specie i bambini, ma soprattutto gli animali, spaventati dal fragore degli scoppi senza deturpare il patrimonio pubblico e privato. Facciamo sì che questa vigilia di Capodanno sia all’insegna del divertimento in famiglia e nel rispetto di chi sta soffrendo per i motivi legati al Covid-19”. Un medesimo provvedimento, con scadenza però il 7 gennaio, è stato adottato dal primo cittadino di Montecorvino Pugliano Alessandro Chiola: “L’accensione di fuochi pirotecnici costituisce occasione per creare possibili assembramenti di persone su strade o piazze del territorio e può causare sovraffollamenti presso i presidi ospedalieri, assolutamente da scongiurare in questa particolare situazione contingente di emergenza sanitaria”. E ricorda: “I trasgressori sono passibili della sanzione amministrativa da 167,00 euro a 500,00 euro oltre al sequestro, finalizzato alla confisca, degli artifici pirotecnici utilizzati o illecitamente detenuti, ai sensi dell’art. 13 della L. 689/81”.

In Costiera Amalfitana

Il sindaco di Vietri sul Mare Giovanni De Simone, sempre oggi, ha firmato un'ordinanza di divieto di accenzione, lancio o sparo di fuochi d'archificio, mortaretti, petardi, bombette e qualsiasi altro prodotto pirotecnico tra il 31 dicembre 2020 e il 1 gennaio 2020. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento