"Spostare il capolinea di via Ligea": la richiesta della Fit Cisl

Il segretario generale Ezio Monetta: “Cambiamento necessario per una città che si vuole dimostrare europea sul piano dei trasporti”

Via Ligea

Spostare il capolinea di via Ligea”. A chiederlo è Ezio Monetta, segretario generale della Fit Cisl Salerno, che si sta facendo portavoce delle istanze dei lavoratori del comparto trasporti. “Le maestranze chiedono solo di migliorare le condizioni per garantire i servizi alla città di Salerno. Il capolinea di via Ligea – dichiara - rappresenta un’opportunità per la mobilità cittadina utile a garantire l’interscambio con i veicoli privati che, a parer nostro e come usuale in città evolute, devono rimanere fuori dal perimetro cittadino per ridurre caos e inquinamento rendendo la città più vivibile. Presso via Ligea, come ripetuto in ogni sede, andrebbe sviluppato un parcheggio adeguato per agevolare l’accesso ai pubblici servizi, ma la scelta dell’Amministrazione è un’altra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta

Le lamentele esposte all’amministrazione comunale dagli autisti e dalla Fit Cisl provinciale, hanno evidenziato, negli ultimi mesi, problemi di viabilità che in alcuni casi ha creato soppressione di corse dovute alla sovrapposizione di attività portuali di imbarco passeggeri, movimentazione merci, soste dei bus privati e di servizi di trasporto pubblico cittadino. Una vicenda che ha portato anche a una raccolta firme dei residenti della zona. “L’accettazione del progetto di trasferimento del capolinea- spiega Monetta -  viene fuori dalla non volontà a procedere nelle diverse soluzioni, esposte in varie sedi, come ad esempio la richiesta della presenza in giorni critici di vigili urbani sul posto, la delocalizzazione di veicoli pesanti con l’utilizzo di aree di stoccaggio nell’area industriale e un adeguamento alla gestione degli spazi interni al porto. Queste attività, che in parte si stanno realizzando, avrebbero risolto strutturalmente i problemi del sito, ma al momento nella confusione generale, si è ipotizzato il trasferimento come estrema ratio. In merito alla volontà di Busitalia Campania di attuare il trasferimento delle linee in modo “autonomo”, si ricorda che è l’Ente committente, in questo caso il Comune di Salerno, a progettare e dare indicazioni alla ditta esecutrice sul servizio che si vuole. La raccolta delle firme è un segno di preoccupazione legittima, del comitato di quartiere Porto, che inevitabilmente teme riduzioni drastiche dei servizi con conseguenti problemi anche per i turisti che arriveranno con la ripresa delle attività crocieristiche. Come Fit Cisl provinciale chiediamo all’Amministrazione di potenziare ed investire risorse per il trasporto pubblico e fare in modo che nessuno sia costretto a prendere il mezzo privato dando alla città di Salerno il prestigio di una vera e moderna città europea” conclude il sindacalista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento