rotate-mobile
Cronaca

Centri di Accoglienza Straordinaria dei migranti, due protocolli contro il Caporalato

L'obiettivo è contrastare lo sfruttamento della manodopera straniera, particolarmente sentito nella provincia di Salerno, e, nel contempo, ad ostacolare la tratta di esseri umani messa in atto dai caporali impedendo gli ingressi illegali dei braccianti nel territorio nazionale

Si terrà giovedì 24 febbraio, alle ore 10,30, presso il Salone Azzurro della Prefettura, la sottoscrizione di due protocolli concernenti la gestione dell’accoglienza nel sistema dei Centri di Accoglienza Straordinaria dei migranti (CAS) e il contrasto al fenomeno del caporalato. I due documenti operativi - frutto di un lavoro sinergico di tutte le Istituzioni competenti in materia - saranno presentati e sottoscritti dal Prefetto di Salerno Francesco Russo, dal direttore Generale per l’Istruzione, la formazione, il lavoro e le politiche sociali della Regione Campania Maria Antonietta D’Urso, dal sindaco del comune di Eboli Mario Conte, dal direttore generale dell’ASL di Salerno Mario Iervolino, dai presidenti delle associazioni di categoria Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori e Confagricoltura, dai segretari provinciali della CGIL, CISL e UIL e dai Presidenti delle associazioni “CIDIS” onlus, “ARCI” Salerno e del consorzio di cooperative sociali “la Rada”.

L'obiettivo

L’iniziativa è volta a prevenire e contrastare lo sfruttamento della manodopera straniera, particolarmente sentito nella provincia di Salerno, e, nel contempo, ad ostacolare la tratta di esseri umani messa in atto dai caporali impedendo gli ingressi illegali dei braccianti nel territorio nazionale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri di Accoglienza Straordinaria dei migranti, due protocolli contro il Caporalato

SalernoToday è in caricamento