Prova a consegnare telefonini e droga al cliente detenuto: denunciato avvocato a Salerno

L'uomo è stato bloccato tempestivamente dagli agenti della Polizia Penitenziaria. L'Uspp: "Urge una rivisitazione della pianta organica della casa circondariale di Fuorni"

Operazione della polizia penitenziaria a Salerno, dove un avvocato durante i colloqui ha cercato di consegnare al suo cliente detenuto dieci telefonini (otto smartphone più due micro cellulari) e diversi grammi di droga. Lo rende noto l'Unione sindacati di polizia penitenziaria (Uspp). 

L’appello 

L'avvocato è stato denunciato all'autorità giudiziaria. "Ci congratuliamo con la polizia penitenziaria di Salerno - dichiara Giuseppe Del Sorbo, segretario nazione dell'Uspp - che nonostante sia sotto organico e nel pieno piano ferie e' riuscita ad arginare con alto senso di abnegazione e professionalità di l'introduzione sia dei telefonini sia della sostanza stupefacente". Per Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp "bisogna intervenire urgentemente con una modifica legislativa che contempli l'introduzione o il relativo possesso di cellulari in carcere per arginare i frequenti tentativi di comunicazione con l'esterno specie per i reati di criminalità organizzata. Infine, chiediamo una rivisitazione della pianta organica dell'istituto di Salerno che - nonostante la grave carenza di organico - riesce a mantenere l'ordine e la sicurezza interna", conclude il sindacalista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento