menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenuto straniero appicca il fuoco in cella a Salerno: salvato dai poliziotti penitenziari

L'uomo, qualche giorno fa, ha aggredito diversi poliziotti penitenziari in ospedale. L'Osapp: "I molteplici eventi critici sono lo specchio di una situazione critica che necessita di misure idonee e risolutive"

Un detenuto è stato salvato dalle fiamme nel carcere di Salerno grazie all'intervento degli agenti della polizia penitenziaria. Secondo quanto riferito dal sindacato di polizia penitenziaria Osapp, il detenuto, un extracomunitario, ha appiccato il fuoco dando alle fiamme alcune suppellettili e rapidamente il fumo si è diffuso in tutto il reparto.

L'intervento 

Gli agenti della penitenziaria sono intervenuti utilizzando delle maschere antigas. I sindacalisti fanno inoltre sapere che lo stesso detenuto, qualche giorno fa, ha aggredito diversi poliziotti penitenziari in ospedale. Per i segretari regionali Osapp Campania Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo "è solo grazie al coraggio dei poliziotti penitenziari di turno che si è riusciti a salvare il detenuto, quasi collassato dall'intossicazione dei fumi prodotti da ciò che aveva dato fuoco nella propria camera di pernottamento". Per il segretario generale Osapp, Leo Beneduci, "i molteplici eventi critici sono lo specchio di una situazione critica che necessita di misure idonee e risolutive, che siano da esempio e deterrenti per casi analoghi, affinché soggetti pericolosi come quelli degli eventi di oggi siano gestiti in regime penitenziario idoneo ad evitare danni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento