Carnevale a Giffoni, scattano i divieti per commercianti e famiglie

L'appello alla cittadinanza: "L’Amministrazione Comunale confida nel senso di responsabilità sia degli esercenti di attività di servizio al pubblico e dei clienti affinchè vengano rispettate le ordinanze emesse"

"Garantire l'ordine pubblico ma soprattutto la sicurezza e il divertimento dei bambini". Con due apposite ordinanze firmate nella giornata di ieri, il sindaco Antonio Giuliano ha disposto il divieto di detenzione, consumo sul posto, somministrazione e vendita per asporto di qualsiasi bevanda in bottiglie e/o bicchieri di vetro o in lattina, in occasione della 34esima edizione del Carnevale Giffoni.

I divieti

Il divieto sarà in vigore nei giorni 23 e 25 febbraio e domenica 1 marzo 2020, dalle 14 alle 24, per tutelare l’incolumità pubblica, evitando qualsiasi potenziali pericoli per la collettività. “L’Amministrazione Comunale confida nel senso di responsabilità sia degli esercenti di attività di servizio al pubblico e dei clienti affinchè vengano rispettate le ordinanze emesse” si legge in una nota del Comune. Inoltre, sempre per l’intera durata della manifestazione, sarà vietata la vendita e  la detenzione e utilizzo di bombolette spray, fatta eccezione di quelle contenenti le stelle filanti: “Una misura preventiva, per evitare ripercussioni negative per l’incolumità pubblica e garantire ai più piccoli il divertimento per un Carnevale che sia sinonimo di festa ma soprattutto di sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento