rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Caro energia, Confesercenti chiede interventi immediati: "90mila attività a rischio"

È quanto si legge in una nota di Confesercenti Vallo di Diano relativa all’aumento dei costi dell’energia: “Una stangata insostenibile"

"Senza un intervento immediato le piccole imprese di turismo e terziario si troveranno a pagare nei prossimi 12 mesi una maxi-bolletta da 11 miliardi di euro, circa 8 miliardi in più rispetto ai 12 mesi precedenti”. È quanto si legge in una nota di Confesercenti Vallo di Diano relativa all’aumento dei costi dell’energia. “Una stangata insostenibile – secondo l’associazione di categoria - che rischia di mettere fuori mercato 90mila attività”. 

La richiesta

Confesercenti, a tal proposito, chiede interventi immediati per non creare ulteriori disagi ad un settore in sofferenza già da mesi. “Le aziende di produzione – spiega la presidente Maria Antonietta Aquino - stanno lamentando una triplicazione dei costi energetici. Tutte le attività economiche gridano a voce alta di verificare questa enorme problematica. Si tratta di servizi essenziali di cui non si può fare a meno, di conseguenza bisogna mettere in campo, immediatamente, non delle soluzioni tampone, ma una programmazione rivolta alla risoluzione definitiva di questa problematica che attanaglia l'Italia intera”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro energia, Confesercenti chiede interventi immediati: "90mila attività a rischio"

SalernoToday è in caricamento