L’attrice salernitana Carola Santopaolo debutta a teatro al fianco di Giacomo Rizzo

A Napoli in scena con lo spettacolo cult "Mbriesteme a Mugliereta". Sul del Bracco dopo la gavetta partita dopo la laurea al Davimus dell'Università degli Studi di Salerno

Una salernitana nel gotha del teatro napoletano. Sul palcoscenico del Bracco arriva il cult della risata con "Mbriesteme a Mugliereta", uno spettacolo per rendere omaggio a Gaetano Di Maio a 25 anni dalla scomparsa. Una commedia esilarante, ricca di equivoci e situazioni comiche, che vedrà protagonisti Giacomo Rizzo nei panni si attore e regista e la stessa direttrice del teatro Caterina De Santis insieme a Corrado Taranto. Un testo del 1973, ambientanto negli anni Cinquanta. Un grande classico della commedia napoletana che non conosce oblio.

Nel cast tantissimi giovani attori insieme a volti noti della cena partenopea, da Ciro Ruoppo a Paola Bocchetti, da Guglielmo Capasso a Giosiano Felago, da Emanuela Giordano a Salvio Cirillo, Da Andreina Raucci a Marco Serra fino alla nostra "compaesana" Carola Santopaolo nel suo debutto a teatro.  Tra questi spicca anche la salernitana Carola Santopaolo. A Napoli è approdata dopo una lunga gavetta, fatta di dopo diverse esperienze televisive e cinematografiche. Dottoressa in arte, cinema e spettacolo presso il Davimus dell’Università di Salerno, si tratta del suo debutto assoluto in uno spettacolo teatrale. Un risultato raggiunto dopo due anni di "acting training" al fianco del coach americano Micheal Margotta e di Francesca De Sapio, entrambi componenti dell’actor studio di Los Angeles. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ritorno in Italia le ha permesso di scoprire la commedia napoletana che, dopo l’incontro con il maestro Giacomo Rizzo, si è concretizzato in un impegno lavorativo importante e oneroso. Rizzo per la Santopaolo ha scelto un ruolo importante, quella della figlia Esterina. Un personaggio sofisticato ed elegante, una donna "dispettosa, indisponente e capa tosta come il padre, Camillo Coppolecchia. Un ruolo che alla giovane salernitana sembra calzare a pennello. La prima è prevista per venerdì 3 febbraio alle 21. Solo il 4 febbraio è previsto un unico spettacolo alle 18 e poi di sabato sempre alle 21. La domenica successiva si replicherà alle 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Belen in Costiera, "salto" a Ravello e degustazione dei dolci di Pansa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento