rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Capaccio

Croci del Silaro: concluse le indagini per i caroselli di ambulanze a Capaccio, in 16 nei guai

Notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 16 persone, con l'accusa, a vario titolo, in concorso di autoriciclaggio, ricettazione, peculato, trasferimento fraudolento di valori, turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio, interruzione di pubblico servizio, disturbo del riposo delle persone, occupazione abusiva ed imbrattamento di edifici pubblici

Dopo due anni e mezzo dal carosello di ambulanze lungo le strade di Capaccio Paestum, per celebrare l’elezione a sindaco di Franco Alfieri, nel 2019, si è conclusa ufficialmente l’indagine denominata ‘Croci del Silaro’, condotta dagli agenti di Squadra Mobile e Divisione Anticrimine della Questura di Salerno, con il coordinamento della DDA della Procura. Notificato, infatti, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 16 persone, con l'accusa, a vario titolo, in concorso di autoriciclaggio, ricettazione, peculato, trasferimento fraudolento di valori, turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio, interruzione di pubblico servizio, disturbo del riposo delle persone, occupazione abusiva ed imbrattamento di edifici pubblici. 

Il dominus

Principale indagato, il noto imprenditore nel settore delle ambulanze e delle onoranze funebri Roberto Squecco, ritenuto dagli inquirenti il dominus del sistema e ristretto in carcere per 4 mesi per tale vicenda. Tutti gli indagati avranno ora 20 giorni di tempo per presentare memorie difensive, produrre documenti a propria discolpa o chiedere di essere sottoposti ad interrogatorio dal pm che deciderà, per ciascuno, se chiedere il rinvio a giudizio o l’archiviazione della relativa posizione.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croci del Silaro: concluse le indagini per i caroselli di ambulanze a Capaccio, in 16 nei guai

SalernoToday è in caricamento