rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Salerno, la carovana antimafie al Pride Park

All'arrivo della carovana presso il parco ex Salid presente anche il sindaco Vincenzo De Luca, che ha ricordato con gli altri le vittime delle stragi ed ha ringraziato gli organizzatori del Salerno Campania Pride

E' giunta a Salerno la carovana della legalità, la carovana antimafie giunta presso il Pride Park, il villaggio dei diritti del Salerno Campania Pride, nel parco ex Salid. La carovana ha ricordato la morte del giudice Giovanni Falcone e della moglie, oltre che degli uomini della scorta. Un ricordo è stato tributato anche alla giovanissima Melissa Bassi, morta a Brindisi a causa dell'esplosione che ha coinvolto la scuola che frequentava.

All'arrivo della carovana era presente anche il sindaco Vincenzo De Luca, che si è così espresso: "Simili iniziative confermano l'intento di combattere per la legalità, di ricordare e celebrare le vittime della lotta alla mafia, come Falcone e Borsellino, due uomini che, pur sapendo di andare incontro alla morte, hanno deciso di non mollare. Questo ha ancor più valore in un Paese come l'Italia e soprattutto al Sud, dove spesso lo Stato sembra non esserci. Le stragi del 1992 segnarono il crollo dell'Italia, furono il nostro 11 settembre; ma segnarono anche il momento della nascita di una nuova speranza rappresentata proprio da quei due eroi. Oggi il clima è diverso: viviamo un momento di smarrimento e di ripiegamento e al contempo non nutriamo neanche più la speranza in un cambiamento, anche in virtù della pochezza della nostra classe dirigente, capace solo di creare parole. E una democrazia che vive di sole parole è destinata a morire".

Di qui il ringaziamento finale del sindaco De Luca agli organizzatori del Pride, "un bellissimo momento di confronto di idee e sensibilità diverse. Avete avuto il garbo di toccare temi difficilissimi - ha concluso il primo cittadino - dando a tutti noi una lezione di tolleranza. Sono certo che la manifestazione finale di sabato sarà l'immagine del pluralismo, della tolleranza, del confronto. Da questa esperienza può nascere a Salerno un centro permanente di discussione sui temi legati alla battaglia per i diritti civili e contro l'omofobia. E' un motivo di onore aver ospitato questa splendida iniziativa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno, la carovana antimafie al Pride Park

SalernoToday è in caricamento