menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartacce infilate nei sarcofagi del Duomo di Salerno: la scoperta choc

Lascia senza parole la segnalazione che ci ha fornito Annapaola Di Maio, neolaureata in Beni Culturali che, in una visita presso il Duomo di Salerno, ha fatto un'agghiacciante scoperta

Lascia senza parole la segnalazione che ci ha fornito Annapaola Di Maio, neolaureata in Beni Culturali che, in una visita presso il Duomo di Salerno, ha fatto un'agghiacciante scoperta: si tratta di un vero schiaffo al patrimonio storico-culturale del nostro territorio. "In una recente visita presso il Duomo, ho osservato con molta attenzione, insieme ad un mio collega, il sarcofago Capograsso  disposto sul lato destro (rispetto all'entrata principale) del quadriportico, detto anche del Ratto di Arianna per il tema della decorazione - racconta Annapaola- Mentre studiavamo il sepolcro ci siamo accorti di alcune cartacce incastrate tra il coperchio e il sarcofago. A questo punto ho ben guardato in alcune fessure e al posto di trovare un terrificante mucchietto d'ossa (o polvere data l'antichità della sepoltura), il mio orrore è stato quello di vedere un cumulo di rifiuti di vario tipo che evidentemente sono stati accumulati nel tempo".

"Non ci sono parole per commentare questa scoperta che ha lasciato me e il mio collega sconcertati. Solo un mese fa passando per caso avanti all'ingresso dell'atrio insieme ad un'altra collega abbiamo salvato uno dei due leoni del portale che aveva tra le zampe una busta di patatine vuota. - ha osservato - Gesti del genere fanno pensare al preoccupante livello di inciviltà ed ignoranza del popolo turistico e non. Molto probabilmente anche cittadini di Salerno e provincia hanno contribuito allo scempio di cui questo sarcofago è solo la punta dell'iceberg". Sulla scia dello slogan della battaglia promossa da Philippe Daverio sulla rivista "Art e Dossier", Save Italy, dunque, la neolaureata lancia l'appello "Save Salerno", affinchè "il luccichio delle luminarie non offuschi la bellezza e la storia di questo luogo", ha concluso amareggiata Annapaola che, infine, fornisce anche emblematici scatti su quanto segnalato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento