menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non eseguì un pignoramento a Cava: dipendente dell'Unep a processo

L'ufficiale giudiziario avrebbe dovuto elencare i beni pignorabili di una società assicurativa con sede nella città metelliana, ma negli atti scrisse che non ve ne erano

Dovrà difendersi in un processo dall’accusa di omissione di atti d’ufficio e falso la dipendente dell’Unep del tribunale di Nocera Inferiore finita nel mirino della Procura al termine di un’indagine a suo carico partita a seguito di una denuncia.

Le accuse

La donna, originaria di Cava de’ Tirreni, secondo gli inquirenti, risponde di rifiuto d’atto di ufficio perché in qualità di ufficiale giudiziario, incaricata di procedere a pignoramento mobiliare nei confronti di una società di assicurazioni, per la somma di 3.400 euro, si sarebbe rifiutata di svolgere l’atto del suo ufficio. In particolare, una volta giunta presso la sede dell’agenzia con sede a Cava, non avrebbero portato a termine il mandato nonostante all’interno vi fossero presenti beni pignorabili. La dipendente dell’Unep, infatti, riportò nero su bianco di non aver potuto procedere al pignoramento perché non aveva rinvenuto beni da poter sequestrare per motivi ignoti. Di qui il rinvio a giudizio da parte del Gup. Il dibattimento inizierà il prossimo 12 dicembre dove l’imputata potrà chiarire la sua posizione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento