Cartello "uomo-gay-donne" in un lido di Ascea: l'ira dell'Arcigay

Il presidente Francesco Napoli chiede la rimozione delle indicazioni: "Chiederemo spiegazioni alla proprietà. Resta l'amarezza nel constatare questo ed altri accadimenti analoghi"

Il cartello

Esplode la polemica ad Ascea, dove presso un noto stabilimento balneare, sono comparse delle indicazioni per i servizi contraddistinte dalla dicitura "Uomo - Gay - Donne". La fotografia, pubblicata dall’Arcigay Salerno, sta facendo il giro dei social network provando indignazione. “Ci chiediamo quale sia la funzione di una tale indicazione e le ragioni che hanno indotto la proprietà ad un uso arbitrario delle categorie di genere e di orientamento sessuale” dichiarano dall’associazione salernitana.

La polemica

Molto duro il commento del presidente Francesco Napoli: “Non abbiamo ben capito - dichiara - dove dovrebbero andare, ad esempio, le donne lesbiche, le persone trans, le persone bisessuali e tutte le altre categorie di persone che non si risconoscono negli uomini-gay e nelle donne. Tra l'altro non vedo nella foto una indicazione per il bagno destinato alle persone con disabilità. Questo ci induce a pensare che siamo di fronte ad un uso improprio, offensivo - probabilmente giustificato dalla goliardia - e irrispettoso delle categorie di genere e di orientamento sessuale. Di Questo uso improprio chiederemo immediate spiegazioni alla proprietà. Resta l'amarezza nel constatare questo ed altri accadimenti analoghi come resta alta la guardia e l'esigenza di una sempre più capillare formazione e informazioni, in particolare sui luoghi di lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inizio dell'anno sono numerosi gli accadimenti che lungo le nostre coste hanno avuto come protagoniste persone lgbti+ discriminate e offese di cui questo è sono uno di quelli che stanno amaramente costellando la stagione turistica. "Chiediamo in ogni caso, ed auspichiamo, l'immediata rimozione delle indicazioni così come sono state formulate – ribadisce Napoli - e se hanno bisogno di una mano per scrivere le frecce per i bagni, e magari vogliono fare una cosa figa e trandy, bhe, possono semplicemente scrivere "bagni" anche perchè non vedo nesso tra le funzioni sfinteriche di ciascuno ed il proprio orientamento sessuale. Come credo che non interessi a nessuno cosa ognuno di noi va a fare in bagno, in piedi, seduto/a, di lato o in qualsiasi altra posizione, mi auguro possibilmente comoda per le finalità che si intenda raggiungere" conclude il presidente di Arcigay Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • "C'è una bomba a Fratte": strade chiuse al traffico e artificieri all'opera, ma è un falso allarme

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

Torna su
SalernoToday è in caricamento