Abbandono di persone incapaci e irregolarità: sequestrata una casa per anziani a Stio

La Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, condividendo le ipotesi investigative del Nas, ha disposto il sequestro preventivo dell’intera struttura: ecco cosa è emerso

In azione, il Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei carabinieri di Salerno, per tutelare la fascia sensibile. A Stio Cilento, a seguito di un controllo svolto presso una casa per anziani, con approfondimenti di natura amministrativa e sanitaria, la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, condividendo le ipotesi investigative del Nas, ha disposto il sequestro preventivo dell’intera struttura. Il gestore, infatti, dovrà rispondere dei reati di abbandono di persone incapaci e di inosservanza dell’ordinanza di immediata cessazione dell’attività, a suo tempo emessa dal piano di zona competente per territorio.

I reati

Il legale responsabile della casa per anziani, infatti, aveva attivato l’esercizio ricettivo senza autorizzazione, in totale assenza dei requisiti funzionali, assistenziali, antincendio e di sicurezza necessari per la salvaguardia degli ospiti, circa 9 persone, tra i 100 ed i 68 anni, alcune allettate, altre non autosuffienti e con problemi di natura psichiatrica, determinandone l’abbandono ed esponendoli ad un serio e concreto pericolo per l’incolumità e la salute. Fra le carenze di natura strutturale e funzionale, accertate anche dall'Asl e dai Vigili del Fuoco, sono emerse la mancanza di personale specializzato, l’assenza di campanelli per la chiamata dal letto, inidoneità dei servizi igienici, la mancanza di ascensore e l’assenza di luci e segnaletica di emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli accertamenti

Nonostante il provvedimento stabilisse che gli anziani dovessero essere inviati presso struttura idonea, durante l’esecuzione del sequestro, i Nas hanno scoperto che erano stati trasferiti all’interno di un affittacamere ubicato nel piccolo centro di Magliano Vetere dove, anche con l’ausilio di militari dei carabinieri di Vallo della Lucania, di personale dell’Asl di Salerno e dell’ufficio tecnico comunale, è stata appurata la totale assenza dei requisiti igienico sanitari, strutturali ed organizzativi minimi previsti dalla normativa di settore. Si è provveduto, dunque, a trasferire le persone presso strutture ritenute idonee dagli Organi competenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento