Prostituzione in via Croce: salernitano "affida" la casa a luci rosse ad un giovane trans colombiano

La persona che occupava l'appartamento aveva pubblicizzato le sue qualità di prostituta transessuale, con tanto di numero di telefono, per prestazioni sessuali il cui compenso partiva da un minimo di 150 euro, fino a raggiungere alte cifre i

Polizia in azione, ieri, in città: dopo aver raccolto segnalazioni relative allo sfruttamento della prostituzione in case private salernitane, i Falchi della Squadra Mobile, dopo un idoneo servizio di raccolta dati tramite internet sui vari siti dedicati a tali incontri ed un mirato servizio di controllo del territorio, sono intervenuti in via Benedetto Croce, mettendo i sigilli ad un’abitazione adibita, dal residente, ad un covo di prostituzione, da cui traeva profitto una terza persona affidataria dell’appartamento.

Il sistema

La persona che occupava l'appartamento aveva pubblicizzato le sue qualità di prostituta transessuale, con tanto di numero di telefono, col quale riceveva le richieste di appuntamenti per prestazioni sessuali il cui compenso partiva da un minimo di 150 euro, fino a raggiungere alte cifre in caso di richieste diverse e particolari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

L'uomo, identificato per C.C. H.F., nato in Colombia nel 1990, ha ricevuto in affidamento dal salernitano che lo aveva reclutato, M. R. nato nel 1968, l’appartamento in questione che era nella sua piena disponibilità. Dalla prostituzione del colombiano, M.R. traeva un guadagno giornaliero di 30 euro che lo stesso extracomunitario gli versava, come da accordi presi. Per tale motivo, oltre il sequestro dell’appartamento, l’italiano M.R. è accusato anche di favoreggiamento, reclutamento e sfruttamento della prostituzione, per cui è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Salerno. In corso, intanto, ulteriori indagini al fine di acclarare eventuali responsabilità a carico di altre persone coinvolte nella vicenda.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Sorpresa nel Cilento, avvistato lo yacht "T.M Blue One” di Valentino

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento