Al via la Casa della Salute, Santoro: "Oltre 50 visite il primo giorno"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si è conclusa da poco la prima giornata di visite gratuite della "Casa del diritto alla salute". Circa 50 le visite effettuate stamane dai medici volontari che hanno prestato servizio presso la parrocchia di Sant’Eustachio, grazie all’ospitalità di don Giuseppe Greco. 

«Oggi abbiamo inaugurato la Casa della Salute con una giornata di visite e controlli gratuiti nel quartiere Sant'Eustachio», ha dichiarato Santoro.  «Giovani medici volontari in campo di medicina generale, oculistica, psicologia, cardiologia, consulenza nutrizionale hanno effettuato alcune prestazioni ambulatoriali, tra cui l'ecografia alla carotide per prevenire l' ictus ischemico che in strutture pubbliche prevede liste d'attesa lunghe anche diversi mesi – ha poi aggiunto il consigliere - Nell'era della politica delle chiacchiere nella quale la sanità è poco accessibile specie dalle fasce deboli, questo è un evento di grande valore benefico realizzato da medici volontari che proseguiranno, sulla base delle necessità dei pazienti, gli appuntamenti gratuitamente presso i loro studi privati».

«Abbiamo intrapreso quest'iniziativa perché la salute non deve essere un lusso per pochi ma un diritto di tutti: è un messaggio di solidarietà importante verso tutti coloro che si sentono abbandonati dalle istituzioni e che non vedono tutelati i loro diritti. Un enorme grazie va ai medici volontari che hanno prestato oltre 50 visite ai pazienti e alla Parrocchia di Sant' Eustachio che ci ospitato», ha poi aggiunto il consigliere di giovani salernitani-demA.
 


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento