rotate-mobile
Cronaca

Caso Scarano, la Procura rinuncia al Riesame: non chiede l'aggravamento della pena

Il pm Elena Guarino avrebbe voluto la trasformazione degli arresti domiciliari in detenzione carceraria, ma alla fine ha deciso di soprassedere

La Procura di Salerno ha rinunciato al Riesame proposto per chiedere l’aggravamento della misura cautelare per monsignor Nunzio Scarano e don Luigi Noli. Il pm Elena Guarino avrebbe voluto la trasformazione degli arresti domiciliari in detenzione carceraria, ma alla fine ha deciso di soprassedere, rinunciando al ricorso al collegio del Tribunale della Libertà.

Attendono l'avviso di conclusione delle indagini per poi studiare la contromossa, i legali di Scarano e Noli, prelati accusati di riciclaggio di capitali e di essere al centro di un sistema fatto di assegni circolari rimessi in contanti ai firmatari e mascherati da donazioni benefiche. A quanto pare, dunque, il materiale raccolto dagli inquirenti è già di per sè sufficiente per giungere al dibattimento.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Scarano, la Procura rinuncia al Riesame: non chiede l'aggravamento della pena

SalernoToday è in caricamento