Castel San Giorgio, giocattoli "non sicuri": commerciante a processo

Rivendeva materiale non alimentare ritenuto pericoloso per gli acquirenti. Un 40enne commerciante di Castel San Giorgio sarà ora processato, dopo essersi opposto ad un decreto penale firmato dalla Procura

foto archivio

Rivendeva materiale non alimentare ritenuto pericoloso per gli acquirenti. Un 40enne commerciante di Castel San Giorgio sarà ora processato, dopo essersi opposto ad un decreto penale firmato dalla Procura, che lo accusa di aver violato il decreto del settembre 2005 sulla sicurezza. Nel suo negozio aveva in vendita giocattoli, prodotti cosmetici e prodotti elettrici, di ferramenta e filati del tutto privi di requisiti essenziali di sicurezza previsti per legge. E sprovvisti della certificazione europea e prescrizioni di uso e tracciabilità. Sugli stessi, mancavano anche le istruzioni sulle condizioni di utilizzo normale, con la prevedibilità del rischio rivolta agli utilizzatori. Gli oggetti erano "destinati ad una categoria di compratori che si trovano in condizioni di maggiore rischio nell'utilizzo del prodotto, in violazione dei requisiti di tracciabilità previsti dalla normativa di settore". I controlli furono eseguiti dalla Guardia di Finanza il 16 maggio 2015. L'uomo dovrà difendersi ora davanti al giudice monocratico di Nocera Inferiore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento